Donne e minori

Il lavoro svolto nel corso degli ultimi anni sul tema della violenza, del maltrattamento, dell'abuso intrafamiliare ed extrafamiliare nei confronti di minori e di donne ha di fatto evidenziato con forza la diffusione del fenomeno anche sul territorio del Comune di Firenze. La maggiore capacità di rilevazione da parte degli operatori ha fatto emergere il bisogno di interventi specializzati per l'accertamento, la valutazione del danno e la presa in carico terapeutica di medio lungo periodo dei minori, delle donne vittime, sia durante l'infanzia e/o l'adolescenza, di violenza, abuso sessuale e maltrattamento.

Tali interventi sono importanti sia in un'ottica riparativa del danno generato dal trauma della violenza sia in un'ottica preventiva in quanto aiutano il minore in un processo di elaborazione. Per tale motivo il Comune di Firenze da tempo, sostiene il progetto dell'Associazione Artemisia che si occupa, in stretta collaborazione con i servizi territoriali, di fornire consulenza psicologica e legale, sostegno e accompagnamento nelle fasi di elaborazione e rielaborazione del vissuto di minori, di donne con problematiche inerenti l'abuso e il maltrattamento minorile, di adulti con disagio connesso alla violenza, il maltrattamento e l'abuso subito durante l'infanzia e/o l'adolescenza e/o l'età adulta.
 

CarINg è un progetto europeo di ricerca-azione che sostiene i ragazzi e le ragazze in uscita dal sistema di tutela (care leavers) nel realizzare il proprio progetto di vita:

Mette al centro i care leavers, coinvolgendoli in tutte le fasi del progetto e supportandoli durante il processo di preparazione all’autonomia.

Fornisce una formazione su misura per i professionisti dei servizi sociali e stimola la comunità a fare rete attorno ai bisogni e alle aspirazioni dei care lavers.

La ricerca-azione permetterà di fornire delle raccomandazioni su come migliorare le politiche per i care leavers dedicando un’attenzione particolare alla preparazione, alla facilitazione e all’accompagnamento dei ragazzi/e durante e dopo il processo di uscita dal sistema di tutela.

Le azioni di ricerca-azione e formazione si svolgono all’interno del Comune di Firenze e dell’area Pratese in stretta collaborazione con i servizi sociali territoriali.

Tutte le informazioni sul Progetto

 

Il progetto si rivolge a donne, in prevalenza immigrate e minori vittime di tratta e di grave sfruttamento. Il Comune di Firenze coordina i progetti di emersione e prima assistenza (ex Art. 13 L. 228/2003) e i progetti di assistenza e integrazione sociale (ex Art. 18 D.Lgs. 286/1998) Il progetto intende aumentare le possibilità delle vittime di sottrarsi alla tratta ed al grave sfruttamento, potenziare le capacità della rete territoriale per rispondere più efficacemente ai bisogni del target di riferimento, sensibilizzare la cittadinanza rispetto al fenomeno.

Il Comune mette in atto una serie di interventi che comprendono:

  • l'unità di strada per facilitare la prevenzione, l'informazione e l'accompagnamento ai servizi
  • lo spazio intermedio per fornire uno spazio di consulenza e sostegno
  • accoglienza protetta in emergenza e nel lungo periodo per favorire percorsi di integrazione e reinserimento sociale.
     
Questo blocco è in errore o mancante. Potresti aver perso dei contenuti, o potresti provare se riesci a abilitare il modulo originale.
Scroll to top of the page